Trieste, Top In Europa

Città multiculturale con una grande vocazione scientifica.
Crocevia della Mitteleuropa aperta ad accogliere sfide e opportunità del futuro.

Sono probabilmente queste le parole che meglio descrivono Trieste, città della scienza e della conoscenza.

Il capoluogo giuliano, celebre da sempre per aver dato i natali a Italo Svevo e Umberto Saba, ha acquistato negli anni prestigio a livello internazionale per l’eccellenza del suo sistema scientifico grazie anche agli oltre 30 centri di ricerca presenti sul territorio. 
Sono università, enti e laboratori che si dedicano ad attività di ricerca all’avanguardia, con solide collaborazioni internazionali.

Ricerca di base, sviluppo di nuove tecnologie e prodotti, attività di supporto all’innovazione, trasferimento tecnologico e alta formazione scientifica, manageriale e imprenditoriale.

Questo mix fa del capoluogo giuliano una realtà di eccellenza internazionale.

 

A Trieste da tutto il mondo

Dimostrazione concreta di quanto sia vivace e cosmopolita Trieste - e più in generale tutto il Friuli Venezia Giulia - sono i dati emersi dall’indagine “La Mobilità della Conoscenza” realizzata dal Coordinamento degli Enti di Ricerca regionali (CER).

Il sistema scientifico e accademico regionale, in controtendenza con il dato nazionale, risulta molto attrattivo per i giovani talenti stranieri.

Basti pensare che nel solo 2013 le istituzioni del territorio sono state scelte complessivamente da 16.891 utenti tra studenti, ricercatori e docenti internazionali (in organico, iscritti o in mobilità incoming anche per brevi periodi). Gli studenti rappresentano 3.294 unità, mentre i ricercatori e i docenti sono circa 13.600 unità.

I ricercatori e docenti internazionali in organico presso le Istituzioni del territori ammontano a 5216 unità, circa la metà del totale (10.420 unità).

Le loro provenienze abbracciano tutto il mondo: dall’Unione Europea all’Africa ai Paesi Asiatici e del centro e sud America.

Altro dato rilevante della Trieste scientifica riguarda coloro che lavorano nel mondo della ricerca: nel capoluogo giuliano, sarebbero oltre 37,1 gli addetti alla ricerca (ricercatori e non solo) su 1000 unità di forza lavoro.

Una lettura complessiva di questi dati mostra come la città sia diventata un polo scientifico-tecnologico conosciuto a livello internazionale, una meta ideale per i giovani in cerca di opportunità per dottorati in materie scientifiche, così come per le imprese che vedono nell’innovazione e nella ricerca il fattore chiave della propria competitività.

> 30 centri di ricerca e alta formazione

> 13.500 studenti e ricercatori

> 37 addetti alla ricerca su 1.000 lavoratori

> 4.100 ricercatori stranieri residenti

Key facts

  • Fisica teorica
  • Fisica nucleare
  • Scienze della terra
  • Biologia molecolare
  • Anello di accumulazione elettra
  • Divulgazione scientifica
  • Fisica subnucleare
  • Formazione manageriale
  • Geofisica e geologia marina
  • Musica
  • Analisi materiali
  • Oceanografia fisica, chimica, e biologica
  • Geofisica sperimentale e di esplorazione
  • Astrofisica
  • Ingegneria dei materiali
  • Sismologia
  • Laser a elettroni liberi
  • Trasferimento tecnologico
  • Fisica astroparticellare
  • Energia
  • Fisica delle particelle elementari
  • Astronomia
  • Biotecnologia
  • Cosmologia
  • Biomedicina molecolare